SINODO DEI GIOVANI IN DIOCESI DI PADOVA 2017-2018

Sinodo dei Giovani: si parte! A quasi un anno dall’inizio e dopo un lungo e animato cammino di preparazione il Sinodo dei giovani della Chiesa di Padova, annunciato dal vescovo Claudio durante la Giornata Mondiale Giovani di Cracovia dello scorso anno, si apre ufficialmente sabato 3 giugno con la Veglia in programma alle ore 18.30 in Cattedrale a Padova e per noi dell’Unità Pastorale alle ore 19.30 in Santuario aperta a tutti.
Una data indicativa di un cammino: la veglia che apre il Sinodo annuncia infatti la solennità di Pentecoste di domenica 4 giugno, che celebra la discesa dello Spirito Santo su Maria e gli Apostoli riuniti nel Cenacolo. E il Sinodo dei giovani si svolgerà proprio da Pentecoste 2017 a Pentecoste 2018: la conclusione sarà infatti sabato 19 maggio 2018.

“Cosa, secondo te, vuole il Signore per la Chiesa di Padova?” è questa la domanda provocatoria lanciata dal vescovo Claudio il 29 luglio 2016 a Cracovia. Gli oltre 1500 giovani riuniti hanno accolto l’annuncio con sorpresa ed entusiasmo e una volta rientrati è partito il cammino di preparazione.

Un coordinatore del sinodo, don Paolo Zaramella, e una commissione preparatoria composta da 35 persone (tra cui il responsabile della Pastorale dei giovani, don Mirco Zoccarato, altri quattro preti under 35 e giovani rappresentanti un po’ tutto il territorio diocesano), si sono messi al lavoro per incontrare coetanei, diffondere l’annuncio e il significato del sinodo, coinvolgere nella preparazione. Decine di serate nel territorio si sono accompagnate in questi mesi a una sensibilizzazione capillare nei luoghi frequentati dai giovani, nelle occasioni di aggregazione, preghiera, animazione, riflessione. “In questi mesi abbiamo incontrato molti giovani delle parrocchie, dei movimenti e delle associazioni – racconta il coordinatore don Paolo  - e tramite loro stiamo raggiungendo anche molti altri coetanei che non frequentano le parrocchie o che non credono. Stiamo coinvolgendo anche alcune realtà che si occupano di disabilità, il carcere, le nostre missioni, proprio per rendere capillare e diffusa la partecipazione a questo sinodo che vede i giovani protagonisti, a cui viene chiesto di mettersi in gioco e di guardare alla vita della Chiesa con responsabilità e con creatività”.

Il vescovo Claudio in un’intervista immagina così l’esperienza che sta per partire e la fiducia riposta nei giovani: “La loro forza, energia, formazione… sapranno portare la nostra chiesa su sentieri nuovi e migliori. Non c’è futuro senza di loro. Non li abbandonerò, ma non voglio neanche bloccarli nelle mie visioni. Vorrei che andassero avanti responsabili, liberi, audaci. Vorrei che tutti li sostenessimo con la nostra stima, fiducia, affetto. Cammineremo insieme!”.
Tutto è pronto per i lavori veri e propri: la veglia di sabato 3 giugno aprirà ufficialmente il Sinodo dei giovani e poi ci sarà tempo fino al 31 luglio per costituire e formalizzare i gruppi sinodali nel territorio (106 gruppi sinodali sono già formati e iscritti), ciascuno di massimo dieci membri tra i 18 ai 35 anni, con un proprio moderatore.
Dopo l’estate e fino all’8 dicembre i gruppi sinodali si ritroveranno tre volte per lavorare sulle tracce che sono state realizzate dalla commissione preparatoria, presentate al vescovo Claudio e al vicario per la pastorale, visionate da alcuni esperti (sociologi, psicologi, teologi, esperti di comunicazione).
Le tracce favoriranno il percorso dei gruppi sinodali, chiamati a fotografare la realtà dei giovani di oggi, a ripensare la loro esperienza di comunità cristiana e a fornire intuizioni e provocazioni per la Chiesa di Padova.
L’8 dicembre 2017 è il termine entro cui ciascun gruppo sinodale dovrà fornire l’elaborato del proprio lavoro: tutti saranno poi oggetto di studio, analisi, riflessione e ispirazione per l’assemblea sinodale, composta da una rappresentanza di persone scelte dalle comunità, dalle associazioni e dai movimenti, dalla commissione preparatoria e da alcuni osservatori esterni (due catecumeni, due cristiani non cattolici, due non credenti, due immigrati e due adulti del Consiglio pastorale diocesano).
L’assemblea sinodale riceverà mandato dal vescovo il 13 dicembre 2017 e lavorerà per consegnare al vescovo il 19 maggio 2018 (veglia di Pentecoste e momento conclusivo del Sinodo dei giovani) alcune proposte in risposta alla domanda iniziale: Che cosa, secondo te, il Signore vuole per la Chiesa di Padova?

In unità di preghiera accompagnamo con simpatia e la preghiera gli otto nuovi presbiteri che nel pomeriggio della Pentecoste verranno Ordinati in Cattedrale: cinque sono diaconi del seminario Maggiore e diventeranno preti al servizio della Chiesa di Padova, due sono diaconi dell’Ordine dei frati minori conventuali e uno è diacono dell’ordine dei Frati minore.

Nelle imminenti ATTIVITÀ ESTIVE 2017 dei Centri Estivi, del Campo Scuola dell’U.P. a Folgaria e del Grest di settembre, non manchi mai l’annuncio di una fede gioiosa attenta alla dimensione vocazionale della vita.







Per i gruppi organizzati che desiderano visitare il Santuario di Monteortone,
è gradita la prenotazione (sig. Luciano 368 7761617 oppure mail: webmaster@monteortone.it).
In tale modo, al vostro arrivo, troverete un volontario che vi accompagnerà nella visita al Santuario.