Bollettino Parrocchiale

Per i gruppi organizzati che desiderano visitare il Santuario di Monteortone, è gradita la prenotazione (sig. Luciano 368 7761617, o mail: webmaster@monteortone.it).
In tale modo, al vostro arrivo, troverete un volontario che vi accompagnerà nella visita al Santuario

 

 Download dell’ultimo numero del bollettino
premi qui
Vuoi ricevere il Bollettino dell’Unità Pastorale direttamente via mail

Bollettino del 14/10/2018 – valido fino al 04/11/2018

ll “Decalogo” della Domenica – Ritornare a MESSA!

lo sono il giorno del Signore. lo sono il Signore dei tuoi giorni.
Condividi la tua esistenza ripartendo sempre dalla domenica, festa della Risurrezione. Supera tutte le pigrizie e alibi per non parteciparvi.

1. Non avrai altri giorni uguali alla domenica e alle Feste della fede
La domenica e i giorni di Festa siano per te, i giorni liberi per Cristo, per crescere nella fede, nella speranza e nella carità. Non considerare i giorni tutti uguali. Non siamo macchine!

2. Non trascorrere la domenica invano
Gestisci un giusto riposo senza drogarti di impegni snervanti e hobby fasulli. No a evasioni senza orari, scambiando il giorno per la notte. Confondendo il piacere con la ricerca della felicità e della pace.

3. Ricordati di santificare la festa,
Non disertare mai l’assemblea eucaristica, perché la S. Messa nella domenica è la Pasqua settimanale del popolo di Dio. L’Eucarestia è il pane del cammino, il Sole di Cristo risorto!

4. Onora tu, padre, e tu, madre
Padre, madre e figli sentitevi onorati di far parte della ‘Famiglia di famiglie’ che è la Chiesa, della tua parrocchia. E se scegliete il week-end in uscita, non manchi mai la sosta rigeneratrice della Messa.

5. Non ‘uccidere’ la domenica
Perché schiavi del lavoro e del consumismo. Dove il doppio lavoro, prima o dopo, porterà frantumazioni famigliari e danni alla salute fisica e psicologica.

6. Ricordati di santificare le Feste
Sia un gioioso giorno di abbraccio “fra Cristo e la chiesa sua sposa”. Porta la tua vita a Messa e porta la Messa nella vita di tutti i giorni.

7. Non rubare la domenica a nessuno,
Non riduciamo a schiavi: né le colf, né le badanti, né altri lavoratori. Non fartevi rubare il ‘bisogno di festa’ da niente e da nessuno, né dal denaro, né dal culturismo, né dai tuoi datori di lavoro.

8. Non dire falsa testimonianza
Siamo chiamati ad essere testimoni. Un tempo un cristiano che non partecipava alla Messa si giustificava dicendo che ci era andato in altra chiesa o santuario. Ora capita che addirittura chi vi partecipa, a volte nel posto di lavoro o di studio dichiara di non parteciparvi affatto.

9. Non desiderare la domenica degli “altri”,
Non desiderare la domenica vuota e senza senso degli altri, invidiando coloro che ammazzano il tempo senza curare la propria fede, la propria cultura, gli ultimi, i poveri, i malati. S. Paolo scriveva: “Sentiamo che alcuni fra voi vivono una vita disordinata, senza fare nulla e sempre in agitazione” (2Ts.3,12).

10. Non andare a Messa solo perché è festa,
Non partecipiamo alla Liturgia festiva solo per ‘tradizione ‘ma per convinzione; riconoscenti a Cristo che ci ha amati per primo, fino sacrificarsi per noi e divenire ‘pane spezzato e vino versato’ per la nostra salvezza qui e nella vita futura. Con un grande amore per la Madonna ‘fonte della nostra gioia’.

d. Danilo e C.

By Taffo Onoranze funebri - http://www.taffo.com/
By Taffo Onoranze funebri – http://www.taffo.com/