Bollettino Parrocchiale

Per i gruppi organizzati che desiderano visitare il Santuario di Monteortone, è gradita la prenotazione (sig. Luciano 368 7761617; o mail webmaster@monteortone.it; oppure compilando il modulo che trovate nella sezione CONTATTI).
In tale modo, al vostro arrivo, troverete un volontario che vi accompagnerà nella visita al Santuario

 Download dell’ultimo numero del bollettino :
premi qui
Vuoi ricevere il Bollettino dell’Unità Pastorale direttamente via mail ?

Bollettino n. 07 del 05/05/2019 – valido fino al 26/05/2019

I sacramenti ‘canali’ della divina grazia

I sette Sacramenti istituiti da Cristo Signore sono segni efficaci della grazia dello Spirito Santo che raggiungono e arricchiscono ogni credente nelle varie età della vita. Sono affidati alla Chiesa, sacramento di salvezza, che è la continuità di Gesù Risorto. Essi ‘conformano’ a Cristo uomo perfetto, nella misura che coloro che li ricevono, abbiano ricevuto una seria preparazione così da aver maturato quelle buone disposizioni. Non essendo ‘riti magici’ chiedono a ciascuno una vita coerente. Infatti l’apostolo Paolo scrivendo agli efesini, dirà: “non vogliate ‘rattristare’ lo spirito santo Dio con il quale foste segnati”.

Battesimo
Il Battesimo è il primo sacramento dell’Iniziazione cristiana. Esso costituisce la nascita alla vita nuova in Cristo Gesù e introduce a far parte della Chiesa popolo di Dio. E’ necessario per la salvezza e il suo frutto è la grazia battesimale. Questa comporta la remissione del peccato originale e di tutti i peccati personali, l’adozione a figli di Dio, il divenire membro di Cristo e tempio dello Spirito Santo. Il segno spirituale che il Battesimo imprime all’anima è indelebile e si chiama “carattere”, che consacra al culto della religione cristiana.

Il Sacramento della Riconciliazione (1a Confessione)
Il sacramento della riconciliazione è il sacramento di guarigione e accorda il perdono dei peccati commessi dopo il battesimo. Il cammino di ritorno a Dio dopo averlo offeso col peccato, che così ferisce anche la sua chiesa, si chiama conversione del cuore. Questi consistono nel provare dispiacere per i peccati commessi e nell’avere il proposito di non commetterne più. Il sacramento dona l’assoluzione di tutti i peccati che sacerdote dona a nome del padre, del figlio e dello spirito santo.
La prima confessione si celebra per i ragazzi di 4a elementare del cammino di Iniziazione Cristiana, prima di ricevere i Sacramenti della Confermazione e la 1a Eucaristia.

Cresima e 1a Eucaristia in un’ unica celebrazione
La Cresima è il sacramento che perfeziona la grazia battesimale mediante il dono dello Spirito Santo che radica più profondamente nel credente i doni ricevuti nel Battesimo. Essa suppone la responsabilità e consapevolezza del cristiano a ‘confermare’ gli impegni del battesimo nella Chiesa, grazie anche ai sette doni dello Spirito: Sapienza, Intelletto, Consiglio, Fortezza, Scienza, Pietà, Timor di Dio.
Il rito della Cresima è l’Unzione col sacro crisma, che serviva un tempo per ungere i sacerdoti, i re e i profeti. Il crisma imprime il sigillo e il gesto è accompagnato dall’imposizione delle mani del vescovo o dal parroco suo delegato, che perpetua così quello degli Apostoli.
La confermazione, per i ragazzi di terza media del cammino tradizionale, viene celebrata al termine del loro cammino di preparazione.
Mentre la Confermazione e la 1a Eucarestia per i ragazzi di 5a elementare dell’Iniziazione Cristiana si celebra unitariamente al termine del loro cammino di preparazione, fruttuosamente compiuto insieme con i loro genitori.

MESE DI MAGGIO DEDICATO ALLA MADONNA – Fioretti

Alle ore 20:30 dei giorni sotto indicati.
Per le parrocchie di Monteortone e Monterosso: Rosario – S.Messa +Benedizione delle case/famiglie – brindisi.
Per la parrocchia di Tramonte: Rosario in processione – +benedizione case/famiglie – brindisi.

lunedì 6 – Monterosso – (Fam. Scapin Lidia)
martedì 7 – Monteortone – via Monte Castello (Paola Pressato)
mercoledi 8 – Concerto in Santuario
giovedì 9 – Monteortone – via Monte Cinto (fam. Tolin Pina)
venerdì 10 – Monterosso – (Fam. Norbiato Attilia)

lunedì 13 – Monterosso – (Fam. Foralosso Vittorino)
martedì 14 – Monteortone – via Pillon (Capitello san Leopoldo)
mercoledì 15 – Concerto in Santuario
giovedì 16 – Monterosso – (Fam. Turato Anna)
venerdì 17 – Tramonte – Quartiere delle Rose

lunedì 20 – Tramonte – san Francesco/Dainese
martedì 21 – Monteortone – via San Daniele (Fam. Grigolin Luciano)
mercoledì 22 – Concerto in santuario
giovedì 23 – Monteortone – via Monte Altore (Fam. Zecchin)
giovedì 23 – Tramonte – via Castagni/Salmaso
venerdì 24 – Monteortone – Maria Ausiliatrice/via Zanella

lunedì 27- Monterosso – via Pezzollo (Fam. Garon Massimo)
lunedì 27- Tramonte – Crocefisso/capitello
martedì 28 – Monteortone/UP: Festa apparizione Madonna della Salute
mercoledì 29 – Concerto in Santuario
giovedì 30 – Monteortone – via Monte Rua (Fam. Cornaviera Gianni)

venerdì 31 – Capitello Madonna Pellegrina – via Confini (Raduno di tutti i gruppi del Rosario – conclusione comunitaria Monteortone e Monterosso)
venerdì 31- Tramonte – Conclusione fioretti: dalla Chiesa al capitello Madonnina

venerdì 28 giugno – Monteortone – Festa del Sacro Cuore – Capitello

LAVORI DI RESTAURO CONCLUSIVI DEL SANTUARIO

Nel corso del 2018 è stata ultimata la prima fase dei lavori di consolidamento statico del Santuario, in particolare sono state rinforzate le mura esterne e le colonne con iniezioni di calce ed inserimento di barre d’acciaio, sono stati fissati gli intonaci che rischiavano di staccarsi e che avevano giustificato la messa in opera della rete di protezione, è stato asportato tutto il materiale depositato sopra le volte lasciato in origine come peso per consolidare le arcate e sono state, infine, sigillate le crepe e rinforzate le volte con l’applicazione di fasce di rete in acciaio.
La seconda fase dell’intervento, che prevedeva il montaggio di una nuova linea di catene nel sottotetto per l’adeguamento alle norme in materia antisismica, era stata lasciata in sospeso per mancanza di fondi.
Sono stati mantenuti, tuttavia, i ponteggi in facciata che danno accesso al sottotetto attraverso l’apertura di una preesistente finestra e tutti quelli montati nel sottotetto e già utilizzati per il consolidamento di mura e volte in quanto necessari anche per la seconda fase.
Nel frattempo erano state presentate ulteriori richieste di contributo al Comune di Abano, alla Regione Veneto (che aveva già contribuito per la prima fase con €311.300,00) ed ancora alla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo (già contribuito con € 450.000,00).
L’unico Ente a risponderci positivamente, e che doverosamente ringraziamo con tutto il cuore, è stata la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo che ha stanziato una somma aggiuntiva di € 150.000,00 per il completamento dei lavori.
Pertanto, entro brevissimo tempo, sarà avviata anche la seconda fase, sfruttando i ponteggi mantenuti in essere e nell’arco di un mese il lavoro potrà essere ultimato.
Oltre a ringraziare la Fondazione, dobbiamo essere pure grati al nostro vescovo +Claudio che con don Gabriele Pipinato Vicario Episcopale si sono prodigati per poterci fare avere (tra prima e ora) in totale 600.000 euro, unitamente a tutto il nostro Consiglio Gestione Economica, ‘in primis’ il dott. Ferruccio Bernardi, viceamministratore,
Sempre guardati a vista e sostenuti dalla Madonna della salute!
Tutto è grazia! d. Danilo e C.